GROTTAMMARE.ORG

Netstudio - Via Castelfidardo, 22 -  Grottammare (AP)
   

 

Comunicato Stampa 26 giugno 1999 - 1ª edizione
Comunicato Stampa 7 luglio 1999 - 1ª edizione
2° Palio del Pattìno a Remi - 1° Memorial Maurizio Pignotti
Nasce il Memorial Maurizio Pignotti - 5 Luglio 2000

 


Comunicato Stampa 26 giugno 1999 - 1ª edizione

Un pattino in legno e due audaci rematori saranno le carte vincenti dell'uno o l'altro dei quartieri grottammaresi che, sabato 10 luglio, si aggiudicherà il primo Palio dei Pattìni, l'ultima proposta dell'Amministrazione Comunale in fatto di sport. Dopo alcuni incontri preliminari tra amministratori di quartiere, circoli velici e Comune per sondarne la fattibilità, ecco la nuova idea che introdurrà del sano agonismo tra le manifestazioni estive della Perla dell'Adriatico. "Lo scopo - ha dichiarato il delegato allo sport Natale Santori - è quello di creare un momento di aggregazione tra gli abitanti di ogni quartiere, giovani e meno giovani, che si vedranno coinvolti nell'organizzazione e nella preparazione della gara. Nello stesso tempo, tuttavia, stimolare un momento di crescita del territorio creando antagonismo tra quartieri".

Colori e stemma alla mano, ben dieci Rioni hanno raccolto l'invito che si preannuncia come preludio di una tradizione. La disputa, infatti, prevede una clausola che autorizza il rione al possesso definitivo del trofeo solo dopo tre vittorie del palio, anche non consecutive. "La data fissata per la competizione viene a cadere in coincidenza dei festeggiamenti in onore del patrono di Grottammare, San Paterniano - spiega Santori - appunto perchè possa diventare un momento di aggregazione tra i grottammaresi".

Un regolamento molto dettagliato, stilato dallo stesso Santori con l'aiuto dei responsabili dei circoli velici "Le Grotte" e "Amici del mare" preziosi collaboratori anche nell'organizzazione tecnica della gara, dai giudici alla sicurezza in mare e ai permessi presso la Capitaneria di porto. Forte della novità, l'evento, intanto, sta riscuotendo sempre più successo tra i cittadini che si stanno adoperando per il proprio quartiere nel reperire gli sponsor che finanzieranno le spese per il pattino, l'abbigliamento dei rematori e qualsiasi altra iniziativa che ognuno è libero di prendere per assicurare il tifo durante il lungo tragitto della gara.

Una partenza spettacolare da terra segnerà l'imbocco del percorso, delimitato da boe e bandierine, che insegue quasi tutto il litorale costiero grottammarese: Kursaal-chalet California-chalet Cantù-Kursaal. Massima autonomia, dunque, limitata solo da alcune piccole restrizioni prettamente tecniche, come peso e misure del natante, maggiore età e idoneità alla pratica dello sport per i rematori, non professionisti e di cui almeno uno residente in città. Ischia 1, Artisti, San Martino, Croce, Casette, San Pio V, Azzolino, Sant'Agostino, Sant'Aureliano, Stazione, sono per ora i pretendenti del trofeo offerto dall'Amministrazione comunale di Grottammare, un pattino in oro completamente lavorato a mano da un esperto orafo.


Comunicato Stampa 7 luglio 1999 - 1ª edizione

Con la presentazione dei rematori, lunedì sera, presso la sede dell'assessorato allo sport, i responsabili di 10 quartieri hanno confermato ufficiahnente la partecipazione dei loro rappresentati al primo palio del pattino a remi. Sarà una battaglia fino all'ultima... onda quella che si prospetta lungo lo specchio acqueo grottammarese nel pomeriggio di sabato 10 luglio, quando, dopo la benedizione degli equipaggi, i dieci coloratissimi pattini si schiereranno sull'arenile di fronte al Kursaal in attesa del suono liberatorio che annuncia il "via" della competizione. La sorte destinerà l'ordine di partenza.

Solo per questa prima edizione, la griglia di partenza verrà definita il giorno precedente la gara mediante estrazione (e l'ordine di arrivo assegnerà automaticamente quello di partenza dell'anno successivo). A questo punto, i rematori saranno pronti a percorrere gli otto chilometri di tratto marino previsti dal regolamento: verso Nord, fíno allo chalet California e poi, direzione Sud, fino allo chalet Cantù, per tornare alla base di partenza, il Kursaal. Cresce a dismisura, intanto, l'euforia dei residenti. Un entusiasmo così appassionato da coinvolgere, anche attivamente, i tantissimi turisti presenti a Grottammare nelle feste rionali che, di sera in sera, accompagnano l'attesa del grande evento.

Tre i componenti della giuria, uomini esperti di mare, cui spetta il non facile compito di controllare che i dieci indomabili equipaggi si attengano alle disposizioni del regolamento di gara: il controammiraglio a riposo Alberto Silvestro (primo giudice), Antonio Capretti presidente circolo velico "Amici del mare". Osvaldo Luciani, rappresentante circolo velico "le Grotte". Guardaboe : Mario Paoletti, Roberto Botticelli, Dante Sciarroni.

Ecco i quartieri partecipanti ed i rispettivi rematori:

Croce Arabo (bianco-verde), capo quartiere Piero Angelo Domizi: rematori Giuseppe Cicchi e Massimiliano Perotti;

Artisti (giallo,viola), capo quartiere Massimo Giovanditto, rematori Daniele Del Zompo e Marco Maccaferro;

Azzolino (azzurro-giallo), Paolo Carboni, rematori Alain Mangione e Dario Vespasiani;

Casette (bianco-giallo), capo quartiere Andrea Fiori, rematori Massimiliano Piunti e Efisio Travaglini;

Ischia I (arancio-blu), capo quartiere Aldo Spinozzi, rematori Vittorio Luciani e Francesco Romani (riserve, Massimo Lamponi e Carlo Sebastiani);

S. Agostino (bianco-blu-rosso), capo quartiere Giuseppe Ricciotti, rematori Nico Prete e Criuseppe Ricciotti (riserva Massimo Curzi);

S. Aureliano (giallo-rosso), capo quartiere Francesco Ciarrocchi, rematori Francesco Ciarrocchi e Massimiliano Carboni (riserva Enrico Ciarrocchi);

S. Martino (Blu-celeste): rappresentante di quartiere Tomas Orsolini, rematori Gianni Bruni e Tomas Orsolini;

S. Pio V (giallo-blu), capo quartiere Clara Citeroni, rematori Fabrizio Lisciani e Fabrizio Rosati;

Stazione (verde-marrone), capo quartiere Angelo Garramone, rematori Eligio Griglio e Maurizio Pignotti (riserva Dino Pignotti).

 


Comune di Grottammare - Assessorato allo Sport
2° Palio del Pattìno a Remi - 1° Memorial Maurizio Pignotti

Dopo pochi incontri che hanno sortito solo l'effetto di confermare il vivo interesse per la manifestazione, nove quartieri daranno il via anche quest'anno alla riuscitissima gara che si svilupperà in 8 chilometri di percorso sullo specchio d'acqua antistante il territorio comunale.

L'iniziativa inaugurata lo scorso anno e già memore di ampi consensi, sarà la protagonista della prossima fine settimana ed è dunque già tutto pronto, grazie alla collaborazìone fattiva dei comitati di quartiere, dei circoli veli e dell'assessorato allo sport del Comune di Grottammare che si è limitato esclusivamente a rendere possibile un evento che ha bisogno solo di carica agonistica da parte di rematori e partecipazione da parte del pubblico.

Invariate le regole della competizione che, lo ricordiamo, vede protagonisti due rematori a bordo di un pattino a remi in legno abbigliati secondo i colori del rione di cui sono rappresentativi. Per quanto riguarda il palio da assegnare al vincitore, ricordiamo che si tratta di un premio in oro raffigurante il classico pattino che incornicia la battigia del nostro litorale. Si tratta di un'opera artigianale creata appositamente per l'occasione da un orafo di Ortona, la signora Poeta. Già da qualche tempo, il trofeo è vacante: il quartiere Stazione, detentore del titolo vittorioso dello scorso anno, lo ha riconsegnato trenta giorni fa nelle mani del delegato allo sport, in attesa della nuova edizione. La proprietà del pattino in oro, infatti, sarà siglata dal raggiungimento di tre vittorie, anche non consecutive.

Il piazzale antistante la sala Kursaal sarà la roccaforte dell'iniziativa.: l'arenile, sarà l'area dalla quale partiranno i concorrenti secondo l'ordine stabilito in base agli arrivi dello scorso anno, la piazza, invece, sarà deputata ad accogliere le autorità e quanti, vorranno assistere alla diretta radiofonica che creerà un filo diretto tra i protagonisti dei palio e i sostenitori.

Il programma della manifestazione si inaugura sabato pomeriggio alle 19 con la consegna dei pattini e il controllo dei loro peso, che non dovrà essere discordante dai parametri indicati dal regolamento, pena la squalifica.

Domenica, all'inizio della gara, ore 17.30, verrà anteposta la benedizione degli equipaggiamenti e dei pattini, officiata dal parroco don Giorgio Carini. A conclusione della gara avverrà la premiazione alla quale saranno presenti numerose autorità: il primo giudice della gara, l'ammiraglio Alberto Silvestro, il presidente del circolo velico "Amici del mare", Antonio Capretti, il presidente dei circolo velico "le Grotte", Franco Bruni, il comandante della capitaneria di porto di San Benedetto, il comandante della stazione dei carabinieri di Grottammare, il delegato allo sport, Natale Santori, e il primo cittadino, Massimo Rossi.

Ecco i quartieri partecipanti ed i rispettivi rematori, elencati secondo le posizioni che prenderanno al momento della partenza:

Stazione (verde-marrone), capo quartiere Angelo Garramone, rematori Eligio Griglio e Dino Pignotti ( riserva Efisio travaglini);

S. Pio V (giallo-blu), capo quartiere Clara Citeroni, rematori Fabrizio Lisciani e Fabrizio Rosati (riserva alessandro Lisciani);

Croce Arabo (bianco-verde), capo quartiere Piero Angelo Domizi, rematori Giuseppe Cicchi e Massimiliano Perrotti (riserva Manolo Olivieri);

Ischia I (arancio-blu), capo quartiere Aldo Spinozzi, rematori Vittorio Luciani e Sergio Marconi (riserva Massimo Rosati);

Artisti (giallo-viola), capo quartiere Massimo Giovanditto, rematori Daniele Del Zompo e Marco Maccaferro (riserva Luca Verdecchia);

S. Aureliano (giallo-rosso), capo quartiere Francesco Ciarrocchi, rematori Francesco Ciarrocchi e Massimiliano Carboni (riserva Massimo Straccia);

Azzolino (azzurro-giallo), Paolo Carboni, rematori Alain Mangione e Vincenzo massicci (riserva Marco d'Angelo);

Casette (bianco-giallo), capo quartiere Andrea Fiori, rematori Massimiliano Piunti e Nico Prete (riserva giovanni d'Amico);

S. Martino (blu-celeste): rappresentante di quartiere Tomas Orsolini, rematori Giovanni Venditti e Slav Elagh;

Ischia 2 (bianco-blu-rosso), rematori Maccaferro Marco e Skomorowsky Gregory (riserva Spinozzi Giovanni);


Nasce il Memorial Maurizio Pignotti - 5 Luglio 2000

La novità di questa seconda edizione del Palio del Pattìno risiede nell'assegnazione di un premio speciale in ricordo di Maurizio Pignotti, il giovane grottammarese prematuramente scomparso lo scorso anno a poche settimane dall'esibizione che lo decretò vincitore, insieme al suo compagno, Eligio Griglio, dell'edizione inaugurale del Palio del Pattìno 1999.

L'amministrazione comunale , sentiti i pareri favorevoli dei comitati di quartiere di Grottammare ha deciso di assegnare un pattìno in legno, corrispondente alle caratteristiche ideali per partecipare alla competizione, al rione vincitore del Palio di quest'anno.

Si tratta di un modo per ricordare il giovane campione e, nello stesso tempo, creare uno stimolo alla continuità dell'iniziativa che lo aveva visto protagonista. L'assegnazione, tuttavia, è sottoposta a regole ben precise. Innanzitutto, la proprietà del pattino risulta a tempo indeterminato del comitato di quartiere in caso di sodalizio costituito legalmente, altrimenti, è a tempo determinato e la custodia è prerogativa di chi eventualmente ne volesse rappresentare i colori in futuro. Per quanto riguarda l'assegnazione conseguente alla vittoria, questa non potrà essere ripetuta prima di 6 anni . In caso di vittoria dello stesso quartiere dell'anno precedente o comunque di vittoria dello stesso quartiere in sei anni, il pattìno passa al secondo classificato e cosi via, scorrendo la graduatoria fino a raggiungere il rione mai assegnatario. In allegato, il programma completo della manifestazione.

Il delegato allo sport Natale Santori

Torna Indietro